Triggio Ecomuseo Unesco

Valorizzare il quartiere del Triggio e il suo sito archeologico di epoca romana, attraverso la costituzione di un Ecomuseoa cielo aperto da candidare come sito Unesco. Un’opportunità unica alla quale tutte  le istituzioni locali  e le associazioni interessate sono invitate  a partecipare

È questa l’idea originale e ambiziosa di Filippo Cannizzo – filosofo, ambasciatore e coordinatore nelle attività del movimento Resiliart Italy di Unesco – tra i protagonisti della seconda edizione dell’evento “Stregami di Luce – La magia della bellezza”, di cui Franco Francesca è direttore artistico e organizzatore insieme ad alcune associazione di quartiere , svoltasi lo scorso luglio, che ha visto il Triggio capitale della bellezza per un giorno.

Nel corso dell’evento Cannizzo ha presentato il suo libro “Briciole di Bellezza. Dialoghi di speranza per il futuro del Bel Paese”, già vincitore di due premi: il premio nazionale “Per la Filosofia” 2018 e il premio internazionale “SCRIPTURA” 2019.

L’evento ha permesso ai numerosi partecipanti di conoscere e riscoprire il quartiere medievale, cuore della città, nel quale lo stilista vive da quasi 15 anni, dove ha sede il suo Atelier che gestisce con la sorella Imma e lavora alla creazione delle sue collezioni eco-sostenibili: Franco Francesca è infatti un pioniere indiscusso della moda eco chic Made in Italy (il 14 settembre scorso a Roma è stato protagonista della SIFW, SUSTAINABLE INNOVATION FASHION WEEK, la prima settimana della moda realizzata con materiali ecosostenibili).

Ma gli eventi per dare risalto al Triggio, quartiere pulsante della “città delle streghe”, continuano in collaborazione anche con la nostra testata giornalistica .. il 31 ottobre è prevista la seconda edizione della festa di Halloween organizzata dalla mamme del Triggio dell’ associazione di quartiere La Fenice  , ma è in cantiere anche la presentazione di un libro della scrittrice senese Barbara Cucini, “Processo a Matteuccia”, in un ideale gemellaggio tra Triggio e Associazione Scrittori Senesi.

Diario di Matteuccia è un romanzo storico che ricostruisce la possibile storia di vita di una donna bruciata sul rogo come strega a Todi nel 1428. È il primo processo per stregoneria a cui si dà, per quel tempo, rilevanza “mediatica”, e soprattutto in primo processo in cui si fa riferimento, negli atti, alla nuce maga beneventana.