Lettera aperta per contribuire all’operazione SANTI QUARANTA

ASSOCIAZIONE CULTURALE SANNIO REPORT operazione “SANTI QUARANTA”

In poche righe mi trovo costretto a sintetizzare un pensiero che da giorni frulla nella mia testa.

Credere che in questa città ci sia ancora qualcosa o qualcuno che come me, come noi, crede ancora in una possibilità di riscatto.

L’associazione Sannio Report ha iniziato, il 30 maggio 2015 il recupero della zona archeologica denominata dei Santi Quaranta nella zona della Madonna delle Grazie/stazione Appia. Senza soldi, ne attrezzi ma solo con la buona volontà.

Siamo riusciti a ottenere un grande risultato: eliminare il degrado e aver messo in piedi un’organizzazione capace di evitare che quell’area rischi di essere abbandonata di nuovo.

Abbiamo restituito uno spazio alla città e di questo siamo orgogliosi.

I complimenti non servono. Sono servite però le visite delle scolaresche, quelle degli occasionali avventori, quelle dei curiosi desiderosi di scoprire una parte della città per molti sconosciuta. Siamo riusciti a inserire il sito all’interno di Citta Spettacolo, grazie all’impegno dei volontari che hanno garantito la pulizia e a quelli che ci hanno “rifocillato” nelle ore di fatica, soprattutto nelle giornate più afose.

Cose che forse già sapere e allora perché scrivere questa lettera? Beh perché adesso che siamo arrivati a una situazione inimmaginabile per molti, compreso il sottoscritto, c’è bisogno di fare un ulteriore passo in avanti.

Dobbiamo fare in modo che questo sito archeologico diventi di proprietà comunale e per fare questo c’è bisogno dell’aiuto di tutti.

In che modo?

Il terreni su cui sorge il complesso è stato occupato nell’anno 2000 temporaneamente, ma non si è mai provveduto all’esproprio e di conseguenza anche il nostro intervento è limitato alla semplice manutenzione dell’area senza poter intervenire in maniera più incisiva.

Dobbiamo raccogliere fondi per comprarli e acquisirli al patrimonio cittadino, non a Felice Presta, non all’associazione Sannio Report, ma tutto deve essere di proprietà COMUNALE perché si tratta di un bene pubblico.

Per fare questo da tempo sto vedendo chi sono i proprietari e i costi per comprare le diverse particelle ecc ecc.

Vorrei iniziare partendo con i terreni più grossi nella zona pianeggiante di proprietà dell’UNICREDIT  (avuti in eredità dal vecchio Santo Spirito, poi Banca di Roma). Il rapporto creatosi con i dirigenti della banca fa ben sperare nella riuscita dell’operazione con una cifra magari simbolica.

Ma per fare un’offerta quei soldi li dobbiamo raccogliere e qui entra in ballo la lettera che sto scrivendo indistintamente a tutti, a chi conosco personalmente e a chi conosco solo per nome.

Da premettere naturalmente che da questa operazione nessuno ci guadagnerà nulla, tantomeno noi come associazione/volontari, ne voi che eventualmente vorrete contribuire con donazioni alla realizzazione del progetto.

Ci guadagnerà però la città di Benevento che potrebbe usufruire di un parco archeologico/villa comunale dove poter unire l’attività ludico-ricreativa a quella storica.

Aiutando a realizzare questo progetto ci darete modo di andare avanti e procedere al recupero di altre zone, la cui più probabile e imminente è quella dell’anfiteatro romano sepolto, solo parzialmente visibile (una volta) in via Munanzio Planco.

Non sono mai stato bravo a chiedere soldi e in poche righe spiegare tutto il progetto, nel dettaglio, è un’impresa difficile.

Però sono bravissimo nello spiegare a voce, magari durante una visita sul sito ciò che abbiamo fatto, ciò che faremo e ciò che vorremmo fare.

Abbiamo aperto anche un tesseramento per sostenerci nell’operazione con tessere numerate e personali.

Queste possono servire a comprare gli attrezzi usurati, a comprare il sale che in questi giorni stiamo spargendo per non far crescere l’erba, certamente non a raccogliere i fondi necessari all’acquisto dei terreni.

Mi sto dilungando e quindi chiudo mettendo giusto qualche link dove ci sono riferimenti all’operazione Santi Quaranta, la mia e mail, quella di Sannio Report, i miei numeri di telefono.

Scrivere una lettera come questa e mandarla via mail comporta il rischio di essere ignorato e preso in giro… ma purtroppo già aver mandato lettere affrancate a tutte le scuole per farle venire sul sito (scuole che hanno aderito: Pascoli, Artistico, Sant’Angelo a Sasso, San Filippo Neri, tanto per citarne qualcuna) ha comportato un costo molto alto per le esigue risorse dell’associazione.

Certi di un vostro positivo riscontro colgo l’occasione per porgere distinti saluti.

Felice Presta

Presidente associazione culturale

Sannio Report

338-2415614     349-2965535      presta.felice@virgilio.it    sannioreport@gmail.com

RASSEGNA STAMPA

http://www.ottopagine.it/bn/attualita/23882/gli-angeli-dei-santi-quaranta-mettono-in-mostra-il-lavoro.shtml

http://beneventostoria.it/-santi-quaranta-.html

http://www.bmagazine.it/cultura/item/7518-alla-scoperta-del-sito-archeologico-dei-santi-quaranta

http://www.sannioteatrieculture.it/dettagliocomunicato.php?vIdComunicato=5871

http://gazzettabenevento.it/Sito2009/dettagliocomunicato2.php?Id=82004

http://www.infosannionews.it/?p=96533