Il dirigente Castracane,il sindaco Mastella e i due consiglieri 5Stelle

14 Nov

Che la nomina a dirigente, da parte dell’amministrazione comunale targata Clemente Mastella fosse quantomeno inopportuna si sapeva da un pezzo ma che, anche grazie a questo giornale, fosse oggetto di “attenzione” parlamentare non ci credeva nessuno. Invece grazie all’interessamento del deputato penta stellato Carlo Sibilia non solo si è arrivati in Parlamento, ma addirittura nella lettera (indirizzata al segretario generale del Comune di Benevento) vengono sollevate questioni di legittimità sulla sua nomina a cui il Comune dovrà, per forza rispondere.

E sarà bello le giustificazioni “politiche” che da palazzo Mosti verranno, perché saranno oggetto di attenta valutazione…da parte nostra in primis, e dall’Ispettorato poi.

Ma l’Ispettorato cosa ha scritto?

Ha censurato il comportamento del dirigente sulle ore di assenza, ma è andato oltre, andando a sindacare la sua nomina a dirigente.

In merito poi alla nomina a dirigente, si attendono chiarimenti circa le valutazioni che, in sede di procedura comparativa, hanno determinato l’individuazione dell’interessato nonostante la condotta mantenuta non appaia nel rispetto della legge e per il perseguimento dell’interesse pubblico, ma, piuttosto, in violazione dei doveri di cui all’art. 23 del CCNL del 06/07/1995, che, in particolare, al comma 1, prescrive che il dipendente anteponga l’interesse pubblico agli interessi privati propri e, al comma 3, lett.e), che rispetti l’orario di lavoro, adempia alle formalità previste per la rilevazione delle presenze e non si assenti dal luogo del lavoro senza l’autorizzazione del dirigente del servizio”.

La censura, o meglio gli appunti dell’Ispettorato sono tutti quelli da noi eccepiti nell’articolo di Sannio Report datato 25 novembre 2016 che il deputato Sibilia ha prontamente ripreso e portato all’attenzione del ministro dell’interno, e del Ministro della semplificazione e la pubblica amministrazione il successivo 6 marzo 2017.

Documenti che erano in possesso dei consiglieri comunali del movimento 5Stelle a palazzo Mosti, Nicola Sguera e Marianna Farese, si dal settembre 2016 e non sono mai stati degni di un loro interessamento politico, comportando cosi il loro successivo comportamento omissivo al riguardo.

Un comportamento strano visto che la nomina era “politica” e politicamente poteva benissimo essere attaccato colui che di questa nomina era artefice: il sindaco Clemente Mastella.

A questo giornale, indipendente e senza vincoli se non la propria coscienza capita spesso di imbattersi in comportamenti di dirigenti, di politici, di dipendenti comunali che, sempre, sono stati nel corso degli anni prontamente denunciati.

Il Movimento 5 Stelle che di questi valori, trasparenza, onestà, legalità, è portabandiera in questo momento sembra non essere

rappresentato in alcun modo nel Consiglio Comunale di Benevento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *